PEI-AGRI

Rural Living Labs per l'innovazione dei territori rurali interni della Campania

Obiettivi
Obiettivi

In un contesto globale che sta mettendo a dura prova i nostri sistemi rurali, di impresa, i processi di inclusione sociale e di sviluppo economico locale, RULAB intende essere un pilota per un nuovo modello organizzativo che contribuirà a far emergere il potenziale d’innovazione che proviene dal territorio Campano nelle aree considerate e a connettere queste ultime con il sistema esterno delle innovazioni, sul modello di Living Lab: un "laboratorio rurale" in cui far vivere l'economia agricola e l’innovazione. In particolare, il progetto RULAB, validerà nuovi modelli di innovazione rurale attraverso la sperimentazione di 3 living lab a livello rurale. 
 

Attività

Il percorso progettuale è articolato in attività perfettamente funzionali e correlate l'una con l’altra, che partono dall’individuazione dei fabbisogni per arrivare alla definizione di un vero e proprio supporto alla startup dei progetti, in particolare:
• Luogo condiviso di lavoro (coworking)
• Centro studi sull’open innovation applicata alla ruralità 
• Sede locale e globale di eventi diffusi
• Incubatore per Rural Start-up 
• Mentoring e Project Financing 
• Laboratorio nel quale testare,in contesti reali,le soluzioni innovative proposte

Contesto

Il progetto RULAB, affrontando il tema della tenuta economica, sociale ed ambientale delle aree più interne della Regione, ha come contesto territoriale di riferimento quello delle aree interne della Regione, ricadenti nelle macro aree C e D, dove l’agricoltura riveste un ruolo primario. 
Il 53% delle 109.963 aziende agricole presenti in queste aree ha, però, una superficie inferiore ai 2 Ha (Istat 2010), attestando una grande polverizzazione della proprietà fondiaria, che si riflette nella dimensione economica delle aziende e nella loro ridotta capacità organizzativa e gestionale. Condizioni, queste, che non agevolano gli investimenti in ricerca e sviluppo, dunque in innovazione, e influenzano negativamente gli esigui margini operativi aziendali. 
L’analisi rileva la presenza di poche aziende di elevata qualità, spesso legate a settori specifici, come la viticoltura, che hanno raggiunto livelli di cooperazione più maturi. 
Dai fabbisogni dei territori emerge la necessità di: rafforzamento e consolidamento delle reti tra operatori dello stesso settore, con i settori collegati e con soggetti del sistema della conoscenza per promuovere l’innovazione e l’internazionalizzazione; migliorare l’organizzazione delle filiere agroalimentari locali; incrementare la diffusione dell’imprenditorialità e della cultura del rischio di impresa; favorire il turnover aziendale e rafforzare la remuneratività del settore agricolo (sia attraverso la riduzione dei costi sia attraverso la valorizzazione delle produzioni) riducendo i rischi di abbandono e spopolamento dei territori rurali.

Partenariato
Ruolo
Capofila
Nome
MEDES Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile del Mediterraneo
Responsabile
Giovanni Quaranta
medes [at] medes.eu
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Alburni Natura di Turco Anna
Responsabile
Anna Turco
azienda [at] alburninatura.it
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Taverna Setteventi di Oto Grasso
Responsabile
Oto Grasso
grasso.tino [at] gmail.com
Ruolo
Partner
Nome
Cantina Sociale La Guardiense S.C.A.
Responsabile
Domizio Pigna
pigna.domizio [at] tin.it
Ruolo
Partner
Nome
Meridiana Italia S.R.L.
Responsabile
Franco Russo
russo [at] meridianaitalia.it
Ruolo
Partner
Nome
Fondazione Giacomo Brodolini - FGB-
Responsabile
Francesca Buonanno
buonanno [at] fondazionebrodolini.eu
Innovazioni
Descrizione

L'innovazione proposta è di tipo organizzativo/gestionale e, partendo dall'analisi del fabbisogno -sviluppata e condivisa attraverso lo strumento dei Rural Living Lab (RRL)-  mira ad accrescere il capitale sociale e relazionale che è ormai riconosciuto come fondamentale per la circolazione delle idee e della conoscenza e per l’innesco di meccanismi di sviluppo. Attraverso il POI, si mira a scalare l’innovazione maturata nel singolo contesto aziendale, completandola attraverso una validazione scientifica ed una condivisione con gli altri soggetti del sistema e rendendola cosi idonea ad essere trasferita in altre aziende con caratteristiche strutturali e di mercato simili. 

Settore/comparto
Olio di oliva e olive da tavola
Prodotti ortofrutticoli
Settore vitivinicolo
Area problema
Produzione di frutti e vegetali con maggiore accettabilità dai consumatori
Evoluzione economica e sociale degli ambienti rurali
Processi di comunicazione, formazione professionale, assistenza tecnica e consulenza ai coltivatori e allevatori
Effetti attesi
Tutela della biodiversità
Valorizzazione/tutela paesaggio
Diversificazione dei prodotti
Incremento dei margini di redditività aziendali
Miglioramento commercializzazione
Tipologia
Lug
20
2021
Giu
14
2021
Mag
24
2021
Mag
14
2021