PEI-AGRI

Innovazione Tecnologica per una Efficiente Previsione Vendemmiale

Obiettivi
Obiettivi

L’obiettivo del Piano consiste nell’applicazione in campo di un’innovativa tecnologia di imaging, economica e di semplice utilizzo per il monitoraggio real time della maturazione fenolica dell’uva, per fornire un supporto e un servizio organizzativo alla filiera vitivinicola territoriale che consenta la programmazione anticipata della raccolta delle uve, in relazione al livello di maturità fenolica, favorisca la corretta organizzazione logistica della fase di ricezione in cantina, e la diversificazione della vinificazione.

Attività

Le attività del progetto prevedono: 

  • l’identificazione di siti operativi; 
  • l'aggiornamento del dispositivo innovativo, la formazione sull’utilizzo del dispositivo e la verifica preliminare in campo; 
  • l'utilizzo del sistema in campo; 
  • la creazione e validazione preliminare di curve di calibrazione per i vitigni analizzati; 
  • validazione del sistema in campo; 
  • aggiornamento e validazione estesa delle curve di calibrazione; 
  • valutazione del prodotto ottenuto dal sistema di monitoraggio della maturità fenolica nelle diverse fasi del processo enologico (raccolta, trasformazione, stoccaggio, commercio e consumo).
Contesto

La programmazione di linee di vinificazione diversificate,non può prescindere dalla possibilità di avere, in tempo reale, informazioni attendibili sull’evoluzione della concentrazione dei principali composti che determinano la maturità dell’uva. Questo ancor più in grandi strutture che lavorano ingenti quantitativi di uve, provenienti da realtà produttive diverse, ciascuna con le proprie peculiarità qualitative. In tale contesto, la possibilità di caratterizzare produzioni di uva con indici di maturazione specifici, dovuti all’influenza del territorio, diviene un mezzo per programmare adeguatamente la logistica delle strutture di ricezione al fine di valorizzare la qualità dell’intero processo enologico.
Tuttavia, per ragioni legate ai cambiamenti climatici in atto, ai ritmi incalzanti della vendemmia e alle tempistiche dei laboratori di analisi, non sempre è possibile programmare tempestivamente la destinazione di una partita di uve in modo da indirizzarlo verso linee produttive che ne valorizzino l’effettiva qualità. In tale contesto, la diffusione e implementazione di uno strumento innovativo, in grado di fornire una risposta immediata sul livello di maturazione fenolica delle uve, consentirà una migliore comunicazione tra attori della filiera e una più efficiente programmazione della vendemmia, salvaguardando i requisiti qualitativi per l’ottenimento di un prodotto di qualità.
Il superamento della dispersione organizzativa esistente e la valorizzazione delle produzioni delle diverse aree, soprattutto di quelle delle aziende ubicate in aree D svantaggiate o interne, rappresentano gli elementi presenti in questo Piano, capaci di implementare l’efficienza della filiera vitivinicola della RER.

Partenariato
Ruolo
Capofila
Nome
Centro Ricerche Produzioni Vegetali
Responsabile
amministrazione [at] pec.crpv.it
Ruolo
Partner
Nome
Cantine Riunite & CIV soc. coop. agricola
Responsabile
cantine.riuniteciv [at] sedocpec.it
Ruolo
Partner
Nome
CAVIRO
Responsabile
caviro [at] caviro.it
Ruolo
Partner
Nome
DINAMICA s.c.a r.l.
Responsabile
dinamica [at] pec.dinamica-fp.it
Ruolo
Partner
Nome
Martina Ibattici - Az.Agr. Le Farfalle
Responsabile
martina.ibattici [at] cia.legalmail.it
Ruolo
Partner
Nome
Terre Cevico soc. coop. Agr
Responsabile
cevico [at] legalmail.it
Ruolo
Partner
Nome
Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
Responsabile
urp [at] pec.unimore.it
Innovazioni
Descrizione

I risultati attesi dal presente Piano sono i seguenti:
• Creazione di un nuovo ed efficiente collegamento per il trasferimento di dati analitici in tempo reale tra le aziende del territorio e le strutture di trasformazione del prodotto;
• Identificazione di range ottimali di maturazione fenolica per l’ottenimento di indici di maturità ottimali per le varietà del territorio;
• Linee guida per una più efficiente programmazione anticipata della raccolta;
• Creazione di una banca dati storica per i parametri relativi alla maturazione fenolica, facilmente accessibile e implementabile annualmente con i dati delle aziende del territorio;
• Implementazione dell’organizzazione logistica delle linee destinate al prodotto di elevata qualità;
• Estensione dei risultati ottenuti nelle “aziende pilota” a tutto l’areale regionale interessato dalla coltivazione della vite.