PEI-AGRI

Acquaponica Smart: modello di miglioramento economico piccola/media azienda agricola, sostenibilità ambientale, monitoraggio e gestione semplificata big data

Obiettivi
Obiettivi

a) Ottimizzare un efficiente protocollo di lavoro per piccole e medie aziende agricole con impianti di acquaponica su serra in grado di ottenere il miglior equilibrio tra specie vegetali e pesci; b) valorizzare specie vegetali dimenticate (specie fitoalimurgiche); Utilizzare un modello di lavoro sostenibile sia dal punto di vista energetico, ambientale ed economico (al fine di minimizzare i costi e massimizzare le rese produttive); c) sviluppare un modello di lavoro utilizzabile anche da agricoltori con poco tempo a disposizione (grazie alla massima automazione delle operazioni possibili) e d) sviluppare un sistema di monitoraggio in continuo in grado di avvisare su smartphone eventuali problematiche.

Attività

Le principali attività previste con il progetto SmartAP sono:

  • Coordinamento attività di inserimento specie vegetali nel sistema di acquaponica;
  • Sviluppo protocollo gestione specie vegetali;
  • Sviluppo Protocollo per la conversione da impianto pilota ad impianto produttivo;
  • Monitoraggio parte vegetale e ittica impianto;
  • Sviluppo APP monitoraggio;
  • Conversione impianto da pilota a produttivo;
  • Raccolta sementi e propagazione;
  • Inserimento sepcie vegetali e ittiche;
  • Inizio attività produttiva;
  • Sviluppo filiera corta;
  • Sviluppo protocollo filiera corta con impianti di acquaponica.
     
Contesto

Già nel primo decennio del secondo millennio, l’attività agricola presentava una diminuzione del numero di occupati in agricoltura, circa il 30% dal 2000 al 2009, di pari passo scese anche il numero di imprese agricole iscritte alla Camera di Commercio. Questa “crisi agricola” è stata dominata da alcuni fattori chiave: la diminuzione della redditività agricola, strettamente legata all’andamento dei prezzi dei prodotti agricoli e dei costi sostenuti. L’inefficienza e la distorsione della filiera inoltre, tende a scaricare sui produttori l’aumento di costo e la riduzione di plusvalore, soprattutto nei momenti di crisi (Rossetto, 2010).  
Insieme a questi fattori, si presentano per l’agricoltura e per l’ambiente in generale, i cambiamenti climatici. Dovuti per la maggior parte alle emissioni di gas come la CO2, questi cambiamenti rappresentano un impatto negativo sull’agricoltura, causando una sempre maggiore siccità (Alexander et al, 2013).
L’acquaponica, è un sistema produttivo che combina, ACQUAcoltura, con l’idroPONICA, può rappresentare una soluzione. La sicurezza del prodotto è garantita senza l’utilizzo di chimica, in accordo con il benessere animale e la sostenibilità dell’ambiente. In tale sistema l’acqua di scarico delle vasche per l’acquacoltura viene pompata nelle vasche per l’idroponica: l’acqua ricca di nutrienti vengono usati dalle piante per la loro crescita e contemporaneamente filtrata e ossigenata pronta per un nuovo ciclo.
L. V. Alexander et al. 2013 Climate change 2013, Quinto rapporto di valutazione. IPCC  Intergovernamental panel on climate change

R. Rossetto 2010 Scheda informativa, il settore agricolo regionale, Conferenza regionale dell’agricoltura e dello sviluppo rurale. Veneto Agricoltura

Partenariato
Ruolo
Capofila
Nome
Moretto Johnny
Responsabile
Johnny Moretto
info [at] surveyproject.it
Ruolo
Partner
Nome
Radici Azzurre Società Agricola S.S.
Responsabile
Andrea Zorzi
andrea.zorzi [at] radiciazzurre.eu
Ruolo
Partner
Nome
Istituto Agrario I.S.I.S.S. “Domenico Sartor”
Responsabile
posta [at] istitutoagrariosartor.gov.it
Ruolo
Partner
Nome
Impresa Verde Treviso e Belluno srl
Responsabile
Morena Umana
morena.umana [at] coldiretti.it
Ruolo
Partner
Nome
Dipartimento di Agronomia Animali Alimenti Risorse Naturali e Ambiente (DAFNAE) – Università degli Studi di Padova
Responsabile
dipartimento.dafnae [at] pec.unipd.it
Innovazioni
Descrizione

Nella prima parte del progetto è stato creato il sito web e aggiunta la pagina nei vari social network Facebook, Instagram e Agrinnovation (il primo social network dedicato al agricoltura). E' stata redatta la prima newsletter nella quale sono stati descritti i progressi del progetto. Il progetto è stato presentato al pubblico, alle autorità, alle aziende agricole e agli interessati del settore.
La versione esecutiva del impianto è stata definita grazie agli incontri organizzativi del GO e concretizzata in un progetto 2D e 3D del sistema di acquaponica. In particolare è stato progettato l'impianto idraulico, elettrico, l'aerazione delle vasche, il dimensionamento degli spazi e dei volumi d'acqua necessari. Particolare attenzione è stata dedicata alla tipologie di specie vegatali da inserire al fine di ottimizzare le modalità di coltivazione in funzione delle esigenze delle piante. Infine è stato redatto un business plan, al fine di valutare tutti i prodotti vendibili con il sistema di acquaponica in progetto e i servizi uniti ad un calcolo economico di costi e ricavi al fine di fare una prima previsione di marginalità potenziale.

Settore/comparto
Prodotti ortofrutticoli
Area problema
Interrelazioni tra pianta, suolo, acqua e nutrienti
Organizzazione dei sistemi produttivi di frutti, semi da consumo e vegetali
Produzione di frutti e vegetali con maggiore accettabilità dai consumatori
Effetti attesi
Diversificazione dei prodotti
Incremento dei margini di redditività aziendali
Miglioramento qualità prodotto
Tipologia