PEI-AGRI

Strategie di difesa innovative ecocompatibili, gestione miscele residue e aggiornamenti sulle necessità idriche per una frutticoltura sostenibile

Obiettivi
Obiettivi

Questo piano ha l'obiettivo di apportare innovazione nel settore della difesa fitosanitaria e dell'irrigazione per le produzioni frutticole in coltivazione integrata e biologica. Per la difesa fitosanitaria è oggi prioritario essere in grado di districarsi fra un prontuario fitofarmaceutico ridotto ed un consumatore sempre più esigente che chiede prodotti con bassi residui oltre che la necessità di ridurre l'impatto ambientale dovuto all'utilizzo degli stessi. In merito all'irrigazione risulta fondamentale poter rinnovare le informazioni inerenti le esigenze idriche delle principali colture frutticole a seguito in particolare dei cambiamenti climatici in atto.

Risultati

I Principali risultati raggiunti sono stati:

  • Validazione di un modello americano di Phomopsisamygdali (Fusicocco) sui periodi di maggiore rischio infettivo, la necessità diproteggere le ferite da taglio per ridurre i noculi funghi agenti del Deperimento pesco.
  • Trovate alternative al rame contro Batterio sidrupacee.
  • Monilia fructicola è la specie prevalente in E.R., e accanto alla profilassi inpre-raccolta, è utile intervenire più precocemente a indurimento nocciolo.
  • Aerobasidi umpullulans ha mostrato discreta efficacia contro monilia su ciliegio. Buoni risultati offerti da Thiacloprid, meno di Spinetoram contro Capnode.
  • Forficula non è dannosa con temperature >30°C e l’attività di controllo di deltametrina e etofenprox è migliore rispetto a indoxacarb e spinosad.
  • Validata la tecnica delle reti antinsetto applicate contro Cidia funebrana.
  • Studiati diversi fungicidi e timing contro Venturia pyrina agente della ticchiolatura del pero (con trattamenti “tempestivi” alla soglia più alta di‘gradi-ora’, si riducono interventi chimici). Anche su ticchiolatura del melo sono state osservate differenze di efficacia tra i diversi timing in funzione del prodotto usato.
  • Contro Neofabraea vagabunda, l’efficacia dei trattamenti chimici in pre raccolta varia (50-70%) in relazione alla raccolta. La termoterapia conferma essere un valido strumento contro marciume lenticellare.
  • Contro Tentredine del pero efficaci gli interventi (pre e post fiorale) con spinosad o piretro.
  • Diversi sono i prodotti biologici con efficacia contro Carpocapsa.
Attività

Le attività previste nel piano interesseranno la definizione di strategie di contenimento di parassiti delle drupacee e delle pomacee. Inoltre verrà validata una nuova tecnologia che, grazie alla sua attività degradativa, consente di abbattere il carico organico dei prodotti fitosanitari presenti nelle soluzioni permettendo così il reimpiego delle acque residue da pulizia degli strumenti impiegati per l'esecuzione dei prodotti fitosanitari. Sull'irrigazione verranno rivalutati i parametri sulle necessità idriche di pomacee e drupacee, per l'aggiornamento dei DPI. Verrà inoltre implementato in sistema Irrinet con le nuove classi di ciascuna specie come definite nel corso del progetto.

Partenariato
Ruolo
Capofila
Nome
ASTRA Innovazione e Sviluppo s.r.l.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Agrintesa s.c.a.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Apoconerpo
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Apofruit Italia
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Bianchi Giuseppe
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Società Agricola F.lli Zoffoli
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Il Punto Verde
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Pedriali
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
CAV Tebano
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Consorzio di bonifica di secondo grado per il Canale Emiliano Romagnolo
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Cereali Padenna
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
CNR-IBIMET
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Conserve Italia Società cooperativa agricola
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
CRPV Soc. Coop. Centro Ricerche Produzioni Vegetali
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Granfrutta Zani
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Orogel
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Proambiente s.c.r.l.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Terremerse Società Cooperativa
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari - Università di Bologna
Responsabile
Marina Collina
marina.collina [at] unibo.it
Innovazioni
Descrizione

La coltivazione di drupacee e pomacee è ampiamente diffusa in molti areali frutticoli regionali situati anche in zone sensibili per gli aspetti paesaggistici, ne consegue che la messa a punto di strategie di difesa che prevedano l’utilizzo di molecole meno impattanti dal punto di vista ambientale abbia un importante ruolo sul progresso della difesa di queste colture verso una riduzione del rilascio di sostanze inquinanti e miglioramento della qualità di acque e suolo.
Una ulteriore ricaduta dei risultati del progetto è insita nella possibilità di impiegare tali informazioni per l'aggiornamento dei Disciplinari di Produzione Integrata (DPI) della regione Emilia Romagna, specie in relazione alla possibilità di individuare soluzioni alternative ai candidati alla sostituzione, come ad esempio i prodotti rameici, con prodotti di origine naturale.
L’innovazione data dall’utilizzo del dispositivo IRRAOP genererà importanti ricadute, soprattutto dal punto di vista economico, sulle aziende agricole coinvolte nel GO Frutticoltura Sostenibile. La possibilità di abbattere il carico organico dovuto ai pesticidi presenti nelle acque provenienti dalla pulizia degli atomizzatori, permetterà di poter reciclare le acque provenienti da questo impiego per usi diversi in azienda (es per l'irrigazione).
L’attività di aggiornamento di parametri sulle necessità idriche dei fruttiferi nelle diverse fasi fenologiche, permetterà di migliorare gli strumenti informatici (Irrinet) o non (DPI) maggiormente efficienti e calibrati per coltura, riducendo gli sprechi idrici e ottimizzando l'uso dell'acqua.

Risultati

Il prototipo IRRAOP ha dato buoni risultati circa la degradazione in poche ore di molecole organiche dei fitofarmaci dispersi nelle acque di lavaggio degli atomizzatori.
Definite nuove classi (Precoce, Medio, Tardivo) per le coltura frutticole sulle rinnovate esigenze idriche in relazione ai cambiamenti climatici: info inserite nel menù di Irrinet e definite tabelle per i nuovi DPI

Tipologia