PEI-AGRI

Macellazione itinerante per ovini e suini e promozione dell’allevamento del “Suino della Marca” per una zootecnia a basso impatto ambientale nelle aree interne delle Marche

Obiettivi
Obiettivi

Valutare in prove aziendali strategie di supporto agli allevamenti a basso impatto ambientale, nelle aree interne colpite dal sisma. In particolare:
- sviluppare un prototipo di mattatoio mobile per suini e ovini, a norma di sicurezza alimentare e metodo biologico, valutando una gestione sociale innovativa del servizio di macellazione a carattere comprensoriale e condurre un’analisi della sostenibilità tecnica, ambientale, energetica e economica del servizio;
- promuovere l’allevamento all’aperto e biologico del Suino della Marca come pratica a basso impatto ambientale con produzioni di alta qualità e ad aumentato valore aggiunto per una zootecnia appenninica più redditizia.

Attività

Gli obiettivi operativi del progetto intendono perseguire cambiamenti che riguardano processi e modalità di organizzazione della macellazione di ovini e suini, ma anche promuovere prodotti capaci di aprire/allargare il mercato per la zootecnia alto-collinare/montana delle Marche. Il prototipo di mattatoio mobile renderà possibile un servizio di macellazione itinerante (MI), che potrà, ripristinare il servizio di macellazione compromesso dal sisma nelle aree interne. A regime, la MI costituirà una modalità organizzativa di macellazione alternativa, adatta al contesto delle aree interne, caratterizzate da una bassa densità di allevamenti, spesso di piccola-media dimensione. La MI diminuirà la distanza di trasporto degli animali e quindi ridurrà i costi di macellazione per gli allevatori, l’impatto ambientale, le emissioni e lo stress degli animali destinati alla macellazione. La MI potrà contribuire a contrastare il fenomeno dell’abbandono del territorio e, insieme con le altre iniziative promosse dal progetto, potrà incoraggiare gli allevatori e le allevatrici a continuare l’attività, investendo su razze autoctone, come le pecore Sopravissana e Fabrianese e il recuperato Suino della Marca, sulle pratiche biologiche e su tipologie di allevamento a basso impatto ambientale. Con la promozione dell’allevamento del Suino della Marca, si incrementerà la diversificazione degli allevamenti (spesso già misti) con un aumento della redditività e della resilienza delle aziende. In un’ottica di filiera, le attività del progetto permetteranno di stimolare i rapporti fra le aziende per la formazione di aggregazioni distrettuali biologiche, di accordi e di reti per la trasformazione e la vendita delle produzioni zootecniche.

Contesto

Da uno studio condotto dopo il sisma del 2016 in 55 allevamenti dell'Alto Maceratese (Progetto “Nuovi sentieri di sviluppo”), emerge come criticità della zootecnia alto-collinare/montana la dimensione ridotta delle aziende familiari. Emergono anche potenziali punti di forza: i) l’allevamento misto (bovini, ovini) resiliente alle fluttuazioni dei mercati; ii) ricorso a razze locali (es. bovina Marchigiana, ovini Sopravissana e Fabrianese); iii) apertura a razze, autoctone o meno, adatte a territorio e allevamento estensivo e la sensibilità all'ambiente ed al biologico; iv) per l’allevamento suino passaggio da uso familiare a scopo di reddito di suini ‘rustici’, es. Suino della Marca.
La criticità maggiore è legata all’impatto del terremoto su strutture, servizi di macellazione, relazioni intra-filiera e domanda locale. Lo studio rileva che il 68% delle aziende zootecniche ha subito danni a stalle e strutture agro-zootecniche, il 56% è inagibile e inagibili sono i macelli di Visso e Camerino, con maggiori costi e minor benessere animale.

Partenariato
Ruolo
Capofila
Nome
Azienda Agricola Aureli Barbara
Responsabile
Barbara Aureli
barbaraaureli [at] yahoo.it
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Paris Marianna
Responsabile
Marianna Paris
parismarianna [at] gmail.com
Ruolo
Partner
Nome
Società Agricola Semplice Lambertucci Ida e Fondi Giuseppe
Responsabile
Ida Lambertucci
Sergiofondi73 [at] gmail.com
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Biologica Multifunzionale Aureli Maccario
Responsabile
Aureli Maccario
Saporidicampagna2003 [at] libero.it
Ruolo
Partner
Nome
SELF GLOBE SRL
Responsabile
Tarcisio Senzacqua
senzacqua [at] selfglobe.com
Ruolo
Partner
Nome
Università di Camerino
Responsabile
Claudio Pettinari
rettore [at] unicam.it
Ruolo
Partner
Nome
FIRAB – Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica
Responsabile
Vincenzo Vizioli
v.vizioli [at] aiab.it
Ruolo
Partner
Nome
Impresa Verde Marche
Responsabile
Enzo Bottos
impresaverde [at] coldiretti.it
Innovazioni
Descrizione

Soluzione tecnologica per la macellazione e definizione di modello organizzativo comprensoriale per gestione servizio; Si propone la realizzazione di un innovativo prototipo di mattatoio mobile per ovini e suini (oggi testato solo su avicoli http://www.sinttecnologie.com/it/news/175-sint-tecnologiepresenta-il-macello-itinerante), il suo collaudo tecnico e la valutazione della macellazione itinerante come servizio adatto alle aree interne.

Settore/comparto
Carni ovine e caprine
Carni suine
Area problema
Meccanizzazione e impianti impiegati nelle produzioni animali
Organizzazione dei sistemi di produzione animali
Effetti attesi
Incremento dei margini di redditività aziendali
Miglioramento qualità prodotto
Risparmio energetico
Descrizione

Pratica di allevamento suino; Ricorso al “Suino della Marca”, selezionato da ricercatori UNICAM e UNIVPM, rustico, adatto ad allevamento estensivo e biologico, e a trasformazione in prodotti tipici. L’allevamento SM a basso impatto ambientale e alto potenziale economico per produttori e trasformatori rappresenta una innovazione per il paesaggio agro-zootecnico marchigiano.

Settore/comparto
Carni ovine e caprine
Carni suine
Area problema
Meccanizzazione e impianti impiegati nelle produzioni animali
Organizzazione dei sistemi di produzione animali
Effetti attesi
Incremento dei margini di redditività aziendali
Miglioramento qualità prodotto
Risparmio energetico