PEI-AGRI

AGREEGREEN - Valorizzazione delle risorse legnose e dei sottoprodotti agricoli e forestali, attraverso la creazione di un modello per la produzione e commercializzazione di prodotti energetici

Obiettivi
Obiettivi

Perseguire una gestione forestale sostenibile, incrementando i prelievi mediante la gestione forestale sostenibile per aumentare la capacità di accumulo di carbonio delle foreste, ridurre la suscettibilità delle superfici agli incendi e rendere i boschi più fruibili. Fornire alle aziende agricole e forestali un modello di valorizzazione delle biomasse legnose in modo da rendere remunerativa l'attività di gestione. Perseguire la vendita di calore, quale possibile fonte di reddito e di lavoro in periodi dell'anno in cui le aziende agricole non sono attive, ridurre le emissioni di gas serra da combustibili fossili, che potrebbero essere rimpiazzati da biocombustibili solidi.

Attività

Valorizzazione delle risorse legnose umbre attraverso un modello di heat entrepreneurship; Identificazione di un modello di heat entrepreneurship applicabile come upgrade dei modelli riscontrati; Business plan per l’applicazione del modello; Valutazione quali-quantitativa dei residui e dei sottoprodotti per il compostaggio; Implementazione di un prototipo di software gestionale per il compostaggio aziendale; Verifica in campo e contenitore delle potenzialità di impiego dei compost ottenuti; Analisi dell'impatto socio-ambientale  e formazione degli stakeholder; Progettazione e ottimizzazione delle finiture degli impianti termici; Schema di contratto di heat entrepreneurship.

Contesto

La gestione forestale sostenibile è riconosciuta come un'esigenza in una regione altamente boscata come l'Umbria, in cui il tasso medio di utilizzazione era pari al 51% nel 2005 dell'incremento medio, con regolare aumento del volume legnoso di circa 390000 m³ e collegata diminuzione del prelievo. Il prelievo ridotto provoca una riduzione della capacità della superficie di catturare carbonio dovuta all'invecchiamento della popolazione arborea, nonché rende la predetta superficie difficilmente fruibile per le attività turistico-ricreative e per la valorizzazione dei prodotti del sottobosco. Inoltre uno sfruttamento della biomassa e relativa vendita di calore potrebbe rappresentare una fonte di reddito nei periodi in cui le attività agricole siano ferme e produrrebbe una riduzione di emissioni di gas serra.

Partenariato
Ruolo
Capofila
Nome
Consorzio cooperativo Virgina Trade - Società Cooperativa Agricola
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Vivaio il Bosco - Azienda agricola di Brugnoni Domenico, Brugnoni Giovanni, Frenguellotti Bruno e Sanna Mario società semplice
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Società Agricola Villa Fibbino s.s.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Vivaistica regionale Umbraflor
Responsabile
Sandro Vitali
vitali [at] umbraflor.it
Ruolo
Partner
Nome
Lungarotti società agricola a r.l.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Consorzio forestale la Faggeta
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Cicognola di Biocchetti Mirco
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Tenuta Bagnara di Zenaide Giulia Giunta Tremi
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Boncompagni Ludovisi Rondinelli Vitelli Andrea
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Boncompagni Ludovisi Rondinelli Vitelli S.S. società agricola
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Società Agricola San Vincenzo di Santinelli Gianni & Giorgio società semplice
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
C.I.A. Umbria - Servizi all'impresa s.r.l.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
AIEL - Associazione italiana energie agroforestali
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Organizzazione dei produttori olivicoli olive e olio società cooperativa
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Agribosco s.r.l.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Università degli Studi di Perugia
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
CNR-ISAFoM - Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo (sede di Perugia)
Responsabile
Innovazioni
Descrizione

Valorizzazione delle risorse legnose umbre, attraverso un modello di heat entrepreneurship. Lo sfruttamento delle biomasse legnose permette una migliore gestione forestale delle superfici boschive non gestite, che possa valorizzare le attività di recupero e le potature agricole. Le principali possibilità di valorizzazione riguardano la densificazione del materiale (es. pellettizzazione) e l'attivazione di servizi di fornitura di energia e gestione degli impianti.

Settore/comparto
Forestazione
Area problema
Economia della produzione forestale (di legno)
Effetti attesi
Miglioramento produttività
Descrizione

Identificazione di un modello di heat entrepreneurship applicabile come upgrade dei modelli economico-organizzativi riscontrati. A seguire business plan e studio della possibile organizzazione in uno o più casi studio per l'applicazione del modello. 

Settore/comparto
Altri prodotti agricoli
Area problema
Processi di comunicazione, formazione professionale, assistenza tecnica e consulenza ai coltivatori e allevatori
Effetti attesi
Miglioramento commercializzazione
Descrizione

Valorizzazione quali-quantitativa dei tipi di residui e di sottoprodotti potenzialmente disponibili per il compostaggio. L'analisi di varie miscele e le prove di compostaggio permetteranno la redazione di un formulario da mettere a disposizione delle aziende da utilizzare per la formazione dei cumuli da compostare. I compost ottenuti verranno testati in pieno campo ed in contenitore. 

Settore/comparto
Sottoprodotti forestali
Area problema
Nuovi e migliorati prodotti forestali
Effetti attesi
Incremento dei margini di redditività aziendali
Descrizione

Analisi dell'impatto socio-ambientale dello sviluppo della filiera in Umbria e formazione degli stakeholder sulla sostenibilità della filiera, sulla produzione di biomassa e sulla gestione degli impianti per mitigare le emissioni. 

Settore/comparto
Altri prodotti agricoli
Area problema
Miglioramento dei mercati di prodotti forestali
Effetti attesi
Miglioramento commercializzazione
Descrizione

Redazione di contratto di heat entrepreneurship da divulgare alle imprese umbre al fine di supportare il network delle aziende coinvolte. 

Settore/comparto
Forestazione
Area problema
Processi di comunicazione, formazione professionale, assistenza tecnica e consulenza ai coltivatori e allevatori
Effetti attesi
Miglioramento commercializzazione