PEI-AGRI

Adattamento di miscugli varietali e popolazioni evolutive di frumento tenero per il settore delle produzioni biologiche emiliano-romagnole

Obiettivi
Obiettivi

Il comparto cerealicolo regionale soffre per la mancanza di ditte sementiere che facciano selezione varietale specifica per le aziende agricole biologiche. Il presente progetto si prefigge di sviluppare un programma che favorisca la cerealicoltura biologica regionale tramite il recupero e la valorizzazione di varietà di frumento tenero di antica costituzione: tali genotipi rappresentano il materiale di partenza che verrà utilizzato per l’ottenimento di varietà multilinea migliorate per caratteristiche salutistiche e nutrizionali, specificatamente adatte alla coltivazione in regime biologico.

Attività

Il progetto, di durata triennale, si articola nelle seguenti attività principali:
i) valutazione, selezione e riproduzione, tramite allevamento in pieno campo, di miscugli di vecchie varietà di frumento tenero;
ii) valutazione delle proprietà nutrizionali e salutistiche (attività antiossidante e profili infiammatori) degli sfarinati e dei prodotti da essi derivati (pane);
iii) rapporti istituzionali al fine di iscrivere i miscugli e le varietà BIOADAPT nei registri del MIPAAFT per regolarizzarne la posizione a livello europeo.

Partenariato
Ruolo
Capofila
Nome
Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari - Università di Bologna
Responsabile
Giovanni Dinelli
giovanni.dinelli [at] unibo.it
Ruolo
Partner
Nome
ARVAIA Società Cooperativa Agricola
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
La Collina Società Cooperativa Agricola
Responsabile
Andrea Ferretti
a.ferretti [at] cooplacollina.it
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Cenacchi Andrea
Responsabile
Andrea Cenacchi
kutler [at] libero.it
Ruolo
Partner
Nome
DINAMICA s.c.a r.l.
Responsabile
Ruolo
Partner
Nome
Azienda Agricola Ca dei Fiori
Responsabile
Innovazioni
Descrizione

Disciplinari e manuali:
i) disciplinare per la coltivazione di frumenti a taglia alta in regime biologico: verranno specificati gli aspetti agro-tecnici e le raccomandazioni per una corretta attività di postraccolta,
ii) manuale di breeding partecipativo,
iii) disciplinare per la trasformazione in un pane della salute utilizzando farina di frumenti a taglia alta: verranno specificati i diversi step per l’ottenimento di un pane della salute con ottimali proprietà nutrizionali e salutistiche.
L’uso dei disciplinari e del manuale non è limitato agli scopi del presente progetto, ma deve essere inteso come uno strumento fattivo per diffondere le conoscenze acquisite.
Varietà/miscugli migliorati di frumento tenero a taglia alta per l'agricoltura biologica, ottenuti in accordo a selezione partecipativa e ambientale. Il piano di sfruttamento prevede che i semi siano resi disponibili ad agricoltori biologici che ne facciano richiesta.
Pane della salute. A complemento dell’obiettivo progettuale verranno strutturati corsi di panificazione in pasta madre, rivolti ai cittadini per ottenere un pane della salute. Il pane prodotto verrà messo a disposizione per degustazioni, allo scopo di diffondere l’iniziativa a livello regionale.

Settore/comparto
Cereali
Area problema
Nuovi e migliorati prodotti alimentari derivati dalle produzioni di pieno campo
Effetti attesi
Miglioramento qualità prodotto
Salute consumatori
Tutela della biodiversità