AB Group

Altre informazioni

Codice ATECO
01.13.20
Codice CCIAA
RG-108249
Codice CUAA
01289330886
Classificazione RRN
Imprese agricole e forestali
Settore/comparto
Prodotti ortofrutticoli
Tipo di partner
Impresa agricola
Esperienze e collaborazioni
Altre collaborazioni in GO
Esperienza pregressa in progetti R&S
Competenze ed esperienze pregresse

"L’azienda AB Group srl oltre ad essere dedita alla produzione di ortive in serra, possiede un impianto di Biogas in piena operatività presso il sito di Vittoria (RG). Trattasi di un impianto per la valorizzazione di prodotti dell’agricoltura e dei sottoprodotti di origine agricola e zootecnica al fine di produrre e fornire energia elettrica, calore o biogas, che la stessa ditta è stata utilmente inserita in Graduatoria degli impianti iscritti al Registro ai sensi dell'art. 9 del D.M. 23 giugno 2016 in posizione tale da rientrare nel contingente di potenza previsto per impianti a biomasse e biogas di cui all'art. 8, comma 4, lettere a), b) e d), gas di discarica e bioliquidi sostenibili secondo quanto indicato nel Bando del 20 agosto 2016. 
Oggi grazie alla presenza dell’impianto di Biogas, l’azienda AB Group srl valorizza e smaltisce le sanse olearie e le relative acque di vegetazione di numerosi frantoi oleari siti in un raggio di circa 70 kilometri dalla sede di Vittoria.
 In totale l’impianto di Biogas smaltisce circa 15.000 tonn/anno di sottoprodotti oleari.
L’azienda AB Group srl rappresenta oggi un polo d’eccellenza per la gestione di una moderna azienda agricola sostenibile, dove si realizzano produzioni ecocompatibili non solo a residuo zero ma con un positivo bilancio sull’immobilizzo del carbonio e con una gestione oculata degli scarti e dei residui di lavorazione. Mediante la digestione anaerobica dei sottoprodotti, il digestato che si ottiene va a compensare la maggior parte delle perdite per asportazione dalle varie colture, in questo modo non solo si preserva al meglio la fertilità del suolo ma si riduce enormemente il consumo di risorse naturali per l’ottenimento delle produzioni agricole. Con la diffusa pratica dell’inerbimento controllato unita a quella del sovescio con colture miglioratrici, si completa il quadro virtuoso nei riguardi del suolo agrario, oltre a svolgere una pregevole azione di tutela ambientale sequestrando una grande quantità di carbonio organico, che contribuisce in maniera importante a mitigare il contenuto di co2 nell’atmosfera"